Festival di Spoleto

Weather, un oratorio drammatico

Una composizione vocale e strumentale appositamente creata da Elizabeth Swados per il Festival dei Due Mondi. Un puzzle di storie, descrizioni scientifiche, citazioni di telegiornali, racconti mitologici o di fantasia che parlano di tempeste, distruzioni, rinascita e bellezza. ‘Weather, un oratorio drammatico’, è tutto questo. Un viaggio onirico tra mito e realtà, una metafora della vita che, raccontando le conseguenze del riscaldamento globale, offre, al tempo stesso, uno spaccato della nostra società: la siccità di chi non si spende per il prossimo; le tempeste di emozioni che ci scuotono ogni giorno; le paure che ci impediscono di osare; la frenesia e la nebbia che spesso ci fanno perdere di vista le cose importanti; l’amore che sale e scende, imitando il moto delle maree. Ma anche il vento che ci fa volare, la fine di un temporale e la speranza nel futuro che ci dà l’arcobaleno nell’istante che compare e che, in quella piccola frazione di tempo, ci riporta ad essere bambini.’Weather’ è a tratti divertente, a tratti spaventoso o tragico, come può essere un anno della nostra vita. E’ uno spettacolo frutto della collaborazione tra La MaMa International e l’associazione culturale Bisse. Un connubio che, oltre alla Swados, compositrice, scrittrice e regista riconosciuta internazionalmente, il 1 luglio vedrà sul palco del Teatro Romano (ore 21.00), il coro dell’associazione spoletina. Accanto ad artisti provenienti da varie parti del mondo – Cary Gant (vocal), Heather Paauwe (violino), Yukio Tsuji (shakuhachi / percussioni), Francesco Savoretti (percussioni), Gionni Di Clemente (chitarre / bouzouki / oud) – in questo concerto c’è, infatti, tanta Spoleto. Ma anche negli arrangiamenti e nella direzione musicale di Claudio Scarabottini, nei testi ideati e scritti da Filippo Consales e tradotti da Andrea Sensidoni. Un motivo d’orgoglio per l’associazione della Città dei Duchi che ha il raro privilegio di debuttare in una rassegna dal respiro internazionale come il Festival. L’appuntamento con ‘Weather’ è al Teatro Romano, per una riscoperta e una presa di coscienza di quanto sia prezioso il nostro tempo.

Weather

Queen of Hearts

La Regina di Cuori è nata da un’idea della compositrice e regista Elizabeth Swados, che per l’occasione ha voluto creare una celebrazione festosa e vivace, con tanta musica, danza e teatro: un mosaico poliedrico di bellezza e creatività che vuole comunicare al pubblico la coinvolgente energia vitale di un personaggio come Ellen Stewart. Si è riunita per l’evento una numerosa comunità di musicisti, attori e danzatori, che hanno fatto parte dell’avventura teatrale de La MaMa Umbria. Diversi drammaturghi hanno contribuito con dei testi speciali per la serata. Tra questi, gli americani Israel Horovitz, Erik Ehn, Charles Mee, Cat Filloux, Lee Fondakowski, Jessica Litwak, il giapponese Yoji Sakate e gli italiani Marco Martinelli e Gherardo Vitali Rosati. Ad interpretarli sono chiamati gli attori Simonetta Solder (serie tv Braccialetti Rossi), Michele Nani, Giorgio Marchesi (Un Medico in Famiglia, ACAB, Mine Vaganti), Anna Ferzetti (Una mamma impeffetta), Silvia Frasson, Graziano Sirci, Claudio Bellanti, Giovanni Morasutti, Francesco Domenico D’Auria e Alessandro Renda. La performance si è avvalsa della preziosa collaborazione dell’Associazione Bisse, con la partecipazione del Coro diretto da Claudio Scarabottini, che cura anche gli arrangiamenti musicali. A questo evento hanno inoltre anche i danzatori della compagnia di danza urbana INC InnProgress Colletive, con le corografie di Afshin Vardjavandi, e anche alcuni ragazzi della Team Dance School di Spoleto. Il tutto è stato coordinato da Adriana Garbagnati per la produzione e l’organizzazione,  Andrea Paciotto per la regia dello spettacolo. Una serata davvero unica ed originale, dedicata allo spirito generoso e libero e alla straordinaria vita di Ellen Stewart.

Queen of Hearts

The Girl with the Incredible Feeling

libretto e musica Elizabeth Swados

direttore musicale Kris Kukul
direzione coro Claudio Scarabottini
 
con la partecipazione straordinaria di Starr Busby
 
musicisti
Francesco Savoretti percussioni
Gionni Di Clemente chitarra, oud, mandolino, bouzouki
Paolo Rosichetti basso
voci Olivia Volpi, Agnese Fallongo
coro cantanti dell’Associazione Bisse
 
adattamento scenico e regia Andrea Paciotto
direzione organizzativa e produzione Adriana Garbagnati
direttore tecnico Paolo Pannaccio 
 
immagini di archivio Liz Swados Archive e La MaMa Archives  
spettacolo realizzato grazie al contributo di Roz Lichter 

Un concerto spettacolo che si ispira alla vita e alla carriera artistica della famosa compositrice e regista americana Elizabeth “Liz” Swados, nota per il suo talento eclettico e per il suo inesauribile spirito creativo. Recentemente scomparsa, Liz Swados – il cui maggiore successo internazionale è stato probabilmente lo spettacolo musicale Runaways– ha scritto, composto e diretto opere teatrali e musicals, ma ha anche scritto numerosi romanzi, collezioni di poesie, libri per bambini, creato disegni e animazioni. The Girl with the Incredible Feeling ricostruisce il poliedrico immaginario artistico dell’artista, in un vortice di scene che intrecciano momenti di vita personale con altri che la vedono intenta nel suo lavoro. Frammenti tratti da alcune delle sue più belle opere raccontano inoltre, attraverso il percorso originalissimo di questa grande artista, l’evoluzione del teatro musicale americano in un viaggio che va dagli anni ‘70 fino ai giorni d’oggi. Il titolo della performance è tratto da un libro per bambini, da lei scritto, musicato e animato nel 1976, che racconta la storia di una ragazza speciale con un spirito straordinario, di come ha perso il suo spirito, per poi ritrovarlo.

ELIZABETH SWADOS | Compositrice, scrittrice e regista scomparsa recentemente. Forse il suo maggiore successo internazionale è stato lo spettacolo musicale Runaways. Altri suoi lavori includono: il famoso Fragments of a Greek Trilogy, spettacolo vincitore dell’Obie award, creato insieme al regista Andrei Serban e prodotto dal La MaMa Theatre; Alice at the Palace con Meryl Streep, presentato al New York Shakespeare Theater Festival; Groundhog opzionato da Milos Forman per realizzarne un film. I suoi spettacoli sono stati presentati nei teatri di Broadway e off-Broadway, al Teatro La MaMa, alla Brooklyn Academy of Music, alla Carnegie Hall, e in numerosi teatri e festival in tutto il mondo. Ha anche composto musiche per spettacoli di danza, collaborando con importanti coreografi negli Stati Uniti, in Europa e nel Sud America. Produzioni recenti includono Kaspar Hauser: foundling’s opera presentato al Flea Theater di New York, Atonement, un oratorio teatrale presentato alla Cattedrale di St. John the Divine, un adattamento de Il Dybbuq di S. Ansky per la New York University, Spider Operas al PS122 con la famosa compagnia Mabou Mines, e Political Subversities una sorta di cabaret politico che è stato presentato al Public Theatre di New York. Oltre al teatro, la Swados ha scritto e pubblicato con grande successo romanzi, libri di saggistica, libri per bambini e poesie, ed ha ricevuto il Ken award per il suo libro My Depression. Il suo manuale teatrale, At Play: Teaching Teenagers Theater è stato pubblicato da Faber&Faber nel giugno 2006. Mentre il suo più recente libro di poesie, The One and Only human Galaxy, è stato appena pubblicato da Hanging Loose Press. Ha inoltre recentemente terminato la registrazione del nuovo CD per i bambini Everyone is Different, in collaborazione con Forward Face. Elisabeth ha ricevuto numerosi premi durante la sua carriera: cinque Tony nomination, tre Obie awards, Guggenheim Fellowship, Ford Grant, Helen Hayes Award, Lila Acheson Wallace Grant, PeN Citation, ed altri.

The Girl with Incredible Feeling